UNA GAMBA IN PIÙ

Fabrizio Macchi all’età di 13 anni sviluppa un tumore. A sedici la malattia lo confronta con una scelta terribile; continuare a lottare con il cancro o farsi amputare una gamba. Sceglie l’opzione radicale e sarà quella vincente. L’arto in meno sarà uno stimolo a fare di più e meglio degli altri, proprio in un ambito in cui potrebbe essere penalizzato: lo sport. Pratica lo sci, il canottaggio e l’atletica, ma è soprattutto nel ciclismo che eccelle, diventando un campione di livello mondiale. Successi che non vengono solo dalla forza fisica , ma anche e soprattutto da una visione della vita (raccontata in un libro) che gli è valsa diverse onorificenze pubbliche.

guarda

di Robero Bottini e Franca Verda Hunziker

riprese e montaggio: Alberto Meroni

suono: Marco Dorici

produzione: inmagine SA